Giovedì, 10 Maggio 2012 16:16

Il lago Lucrino

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Lago di Lucrino è un bacino naturale della Campania, situato sulla costa dei Campi Flegrei, a poca distanza dal Lago d'Averno. Si è formato in epoca antica a seguito del moto ondoso del mare che, apportando progressivamente della sabbia, ha col tempo chiuso un'insenatura naturale con un istmo.

Oggi Lucrino è il nome di una frazione del comune di Pozzuoli, che comprende gli insediamenti abitativi intorno all'omonimo lago. Il paesino si caratterizza per piccoli condominii o eleganti villette con giardino, ora disseminati, ora addensati ai piedi del Monte Nuovo.

Seppure notevolmente ridotte rispetto all'epoca antica, tuttavia non mancano in zona sorgenti di acque termali. Ancora utilizzate e frequentatissime per relax e terapie sono le "Stufe di Nerone", situate ai piedi del Monte delle Ginestre, dove oltre agli impianti moderni per le immersioni, sono tuttora in uso alcune strutture di epoca romana quali gli ambienti voltati delle saune ed una fangaia di forma circolare all'aperto. Vi è poi il "Lido Nerone – Lo scoglio" in riva al mare ai piedi del Monte Grillo, dove è possibile immergersi nelle acque bollenti in apposite vasche situate sulla spiaggia.

Un antico laconicum (sauna) realizzato dai Romani nella collina tufacea di Tritoli e conosciuto nel medioevo come Sudatorium Trituli o Sudatorium Magnum, situato al di sopra della galleria della Ferrovia Cumana, e consistente in alcune stanze rettangolari fornite di letti in tufo dalle quali si dipartono due profondi cunicoli che si addentrano per circa m 80 all'interno della montagna, è oggi occupato abusivamente da persone che, rifugiatesi qui durante il secondo conflitto mondiale per sfuggire ai bombardamenti, hanno deciso - una volta finita l'emergenza - di farne la loro dimora fissa, naturalmente riscaldata nei periodi invernali dalle calde esalazioni che tuttora si sprigionano in fondo ai cunicoli.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Letto 2394 volte